lunedì 12 ottobre 2015

Salmone Scottato con Verdure Saltate













Ben ritrovati cari lettori in questa nuova, semplicissima ricetta, con protagonista il Salmone, Re della cucina internazionale.


Con la sua carne tenerissima, succosa e delicata è uno tra i pesci preferiti in tutto il mondo. Tra le varietà più rinomate è sicuramente quello selvatico d'Alaska a fare da padrone per via del suo gusto unico e la grande morbidezza, tuttavia sul mercato si trovano anche altre qualità comunque apprezzabili che ben esprimono il sapore di questo fantastico alimento.

Si presta a diverse preparazioni, fresco ma anche affumicato, è un alleato naturale della salute per il contenuto di acidi grassi Omega 3 e l'apporto consistente di vitamina D. Può essere inserito in una dieta bilanciata come sostituto più salutare della carne rossa grazie alle proteine ad alto valore biologico che racchiude.

La ricetta che vi propongo è semplicissima da preparare, veloce e incredibilmente gustosa. Ideale per una cena romantica con cui stupire il vostro partner, accompagnato ad un calice di vino bianco fruttato.

Vi ricordo di andare anche a dare un'occhiata all' Orata alla Mediterranea, altro piatto facile da preparare ma dal gusto unico.

Vediamo insieme gli ingredienti (1 persona)
  • Salmone : 1 trancio o se preferite un filetto (250 grammi)
  • Patata : 1 di medie dimensioni
  • Melanzana : mezza
  • Zucchina : mezza
  • Peperone : mezzo giallo e mezzo rosso
  • Pepe Nero q.b.
  • Timo q.b.
  • Sale q.b.
  • Olio Extravergine di Oliva q.b.
  • Prezzemolo per guarnizione
  • Glassa di aceto Balsamico per guarnizione
  • Glassa al limone o succo di limone q.b.

Per prima cosa procedete al lavaggio e taglio delle verdure. Patate, zucchine e melanzane a cubetti mentre per i peperoni praticherete un taglio a listarelle come da foto.
Successivamente le collocherete in una padella antiaderente ben calda senza olio per dare un tocco di grigliato al vostro piatto.

Cuocete per una decina di minuti a fuoco alto rigirando spesso e quando avranno assunto un bel colorito aggiungete olio extravergine e fatele saltare a fiamma media per altri dieci minuti fino a terminare la cottura.

Nel frattempo in una padella a parte prepareremo il salmone.

Condite i due lati con pepe nero, sale e timo.
Sempre in maniera semplice distribuite olio extravergine che ricopra il fondo della padella. Quando ben caldo adagiatevi il trancio di pesce facendolo cuocere per un paio di minuti e poi rigirandolo con l'aiuto di una spatola (se avete optato per il filetto cominciate la cottura dalla parte della pelle). Qui il segreto sta, come per la carne rossa, nel dare una prima scottata a fiamma vivace per evitare la fuoruscita di succhi, e successivamente terminare la cottura a fuoco medio. Il tempo varia a seconda dello spessore ma per 250 grammi si aggira intorno ai 5 minuti per lato. Per un risultato ottimale la sua carne dovrà risultare tenera, succosa, lucida, con la pelle croccante che si stacca facilmente. In linea di massima dovreste veder cambiare il suo colore dal rosa acceso di quando è crudo ad una tonalità più delicata. Quello è il momento per girarlo. Non appena i due lati saranno uguali e la parte superiore avrà assunto un bel colorito dorato il pesce è pronto per essere impiattato.

A questo punto dovreste avere le verdure cotte e il salmone pronto.

Adagiate il tutto ben caldo in un piatto piano, guarnite il pesce con la glassa al limone o del succo, la glassa all'aceto balsamico e terminate con del prezzemolo fresco a giro del piatto e sulle verdure. Il risultato sarà assicurato, il salmone gustoso, delicato e tenerissimo si sposerà in modo sorprendente con la croccantezza delle verdure. Come già detto abbinate il tutto ad un bianco fruttato come uno Chardonnay o un Veltliner per una cena che sicuramente vorrete ripetere al più presto.

Bon appètit
 

Nessun commento:

Posta un commento