giovedì 7 gennaio 2016

Costine di Maiale Brasate con Patate Rustiche












Ben ritrovati cari lettori nel primo appuntamento del 2016 con Rapidchef! Oggi una ricetta saporita e invitante con le Costine di Maiale Brasate con Patate Rustiche.




Curiosità, consumo e valore nutrizionale

Tra gli alimenti più versatili in cucina, con moltissimi sottoprodotti, il suo nome deriva probabilmente dal latino Majalem in onore dei riti sacrificali a Maia, madre di Mercurio.
Inserito, dai più, nel gruppo delle carni bianche, in quanto, dopo macellazione, tende ad assumere un colorito rosato. Non esente da parassitosi e contaminazioni deve essere cotto bene fino al cuore del taglio di carne per scongiurare rischi.



Dalla rappresentazione schematica è possibile notare, come pronuncia un antico adagio "Del maiale non si butta via niente", ogni parte dell'animale viene utilizzata. Oggi utilizzeremo la parte 6 ovvero le costine o puntine.

I valori nutrizionali medi :

277 kcal ogni 100 gr
15,5 gr di proteine
23,5 gr di grassi

Si consiglia un uso molto sporadico per via del quantitativo di grassi e l'apporto calorico.


La Ricetta di Rapidchef


Per la preparazione di questa gustosissima ricetta abbiamo bisogno di (3 persone)
  • Costine di Maiale : 6 (Facoltativa aggiunta di salsiccia)
  • Vino rosso : 500ml
  • Aglio : 2 spicchi
  • Patate : 2 di medie dimensioni
  • Chiodi di Garofano : 2
  • Capperi : 5-6
  • Zucchero q.b.
  • Erbe miste : q.b. (rosmarino,timo, ecc)
  • Pepe Nero q.b.
  • Olio Extravergine di Oliva q.b.
  • Farina q.b.
  • Burro q.b.
Questa ricetta non prevede marinature, nè l'uso di cipolla, sedano e carota come di consueto ma il risultato è comunque eccezionale.
Preriscaldate il forno a 200 gradi.
Cospargete le costine con un mix di erbe aromatiche, pepe nero e sale e mettetele a rosolare in un tegame antiaderente con olio extravergine e uno spicchio di aglio. 
Quando saranno belle dorate versate il vino rosso, alzate la fiamma e fate evaporare l'alcol. Aggiungete i chiodi di garofano, i capperi ed un pizzico di zucchero. 
A questo punto disponete il tutto in una teglia come da foto, aggiungete acqua fino a metà dell'altezza della carne e proseguite la cottura in forno, coprendo con carta stagnola, per un paio di ore. 

 

Il risultato ottimale è dato dalla carne che si stacca dall'osso, non abbiate quindi fretta. Se fosse necessario prolungate la cottura fino a 30 minuti in più. 
Quando mancheranno una ventina di minuti passate a pelare le patate. Tagliatele a spicchi e rosolatele in padella insieme ad olio extravergine, sale, pepe ed uno spicchio di aglio, facendole cuocere a fiamma bassa coperte. 

Per rapprendere la salsa e farla diventare bella lucida utilizzeremo un Roux. Questo termine indica un composto di farina e burro. Il procedimento è molto semplice. In un tegame a fiamma bassa fate sciogliere del burro. Aggiungete della farina setacciata e mescolate con una frusta fino a che i due elementi non si saranno amalgamati per bene formando una crema. A questo punto unite il sugo della carne. Lasciate cuocere, a fiamma vivace, mescolando finchè non diventerà lucido e glassato.

E voilà, un secondo piatto molto prelibato, saporito e dalla consistenza vellutata. Non dimenticate di versare la salsa anche sulle patate rustiche!

Se la ricetta vi è piaciuta lasciate un mi piace, anche alla pagina di Facebook
Iscrivetevi e come sempre...

Bon appètit







Nessun commento:

Posta un commento